#60

Bisogna prestare attenzione mentre si vive, o si rischia di morire. E morire, al giorno d’oggi, è facile perché siamo circondati da pericoli, i più insidiosi dei quali sono difficili da vedere.
Nella prima puntata della nostra lunghissima inchiesta sull’attenzione – che ci ha portato a viaggiare per l’Italia e anche per la Basilicata, ottenendo riscontri impensabili fino a ieri – affrontiamo il tema mettendo a fuoco la categoria dei pensionati, i quali sono risultati essere le persone che, più di tutte, prestano attenzione (alle cose e non solo).
Essi, infatti, cominciano a prestare attenzione sin dalle primissime ore del giorno, e questo a causa dell’insonnia che tipicamente affligge questa tipologia di esseri viventi. L’insonnia è non a caso il più tipico sistema per prestare attenzione, visto che restando svegli è molto più difficile precipitare in fossi e/o pozzi, a meno che non si soffra di sonnambulismo o di cecità oppure a meno che il suddetto fosso e/o pozzo non sia mimetizzato a mo’ di trappola mortale nella giungla.
I pensionati stanno attenti quando attraversano la strada (il 78%) e anche quando non l’attraversano (il 78%): una pensionata di Sondrio ha dichiarato che mediamente può impiegare anche diciannove ore per attraversare via Mario Broglio (strada recentemente bollata sui media come “Strada pericolosa”).
Un’altra cosa verso cui i pensionati prestano molta attenzione è il cibo: i nostri cittadini “senior”, infatti, hanno uno stomaco logoro che rischia di esplodere o implodere se ingeriscono troppe sostanze – o poche ma troppo grasse: «Mi nutro continuamente angosciato. Ogni pasto è una tortura per me» ha inveito un uomo “diversamente giovane” ai nostri microfoni dall’altro lato di una strada che da ore tentava inutilmente di attraversare.
I pensionati prestano massima attenzione anche a:
– i volatili (ad es. le aquile)
– gli sconosciuti
– i transessuali
– i parquet scivolosi
– altri pensionati in agguato
Nella prossima puntata della nostra poderosa inchiesta sull’attenzione tratteremo il caso dei venditori di merce, risultati al secondo posto della classifica delle persone che prestano più attenzione.

Annunci

4 thoughts on “#60

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...