#1

– Lei fa la spesa qui abitualmente?
– Sì, da quando hanno aperto.
– Cioè da quanto, più o meno?
– Saranno sei mesi.
– Quale genere di prodotti acquista qui e quali presso i rivenditori classici, le botteghe ecc.?
– Di solito compro tutto qui, e chi ce l’ha il tempo di farsi il giro dei negozi? Mi dispiace per Luigi ma il supermercato è troppo comodo.
– Chi è Luigi?
– Il pizzicagnolo di via Seneca.
– Lei quanti anni ha?
– Che domande…
– Dunque?
– Diciamo che sto negli -anta.
– Ha visto le offerte speciali di oggi o farà il giro di tutto il supermercato?
– Un’occhiata gliel’ho data, ma devo farmi tutto il giro o mi sfugge sempre qualcosa.
– Partiamo dall’inizio, allora. Marche di surgelati che consiglia?
– La Findus è una garanzia.
– La sottomarca del supermercato la snobba?
– Non sempre, non sempre. Dipende dalle offerte. Una volta ci ho preso dei pisellini niente male. Un sughetto che mio marito ancora si lecca i baffi.
– Erano pisellini Findus?
– No, erano della sottomarca di qui.
– Il risparmio è stato consistente?
– Quasi due euro di meno.
– Rispetto allo stesso prodotto Findus o al prezzo originario della sottomarca?
– Non lo so, c’era scritto così.
– E dopo i surgelati…
– Insalate, ma quelle non le prendo mai al supermercato.
– E dove le prende? Ha un fruttivendolo di fiducia?
– Le prende mio marito quando torna dall’edicola. Verdura e giornale, ogni mattina. Infatti quando rientra in casa fa la battuta: Tempo di lattuga! La stessa battuta da trent’anni.
– Di fronte alle insalate ci sono i caffè. Quale marca preferisce?
– Lavazza Qualità Oro. Non c’è paragone. Altro che Kimbo.
– È l’aroma a convincerla? O il gusto?
– L’aroma, è tutta un’altra cosa. Quando apro il pacchetto con le forbici arriva questa fragranza incredibile, mi sento bambina per quanto è buona.
– La definirebbe “inebriante”?
– [ride]
– Dunque?
– Sì.
– Poi marmellate, conserve, cereali, formaggi sotto vuoto?
– Lì davvero guardo solo le offerte speciali del giorno.
– Marche?
– Il Leerdammer lo prendo spesso. Magari ne mangio qualche pezzetto mentre preparo la cena.
– Il formaggio da solo?
– Con un pezzetto di pane. Un cracker.
– Che tipo di cracker?
– Di solito Saiwa, ma se non li trovo (vanno a ruba!) vanno bene pure quelli della sottomarca.
– Sì ma quale tipo? Salati in superficie?
– No no, li prendo non salati. Coi problemi di circolazione che abbiamo mio marito e io…
– E il latte? Parzialmente scremato o intero?
– Sto provando quello ad alta qualità… della… non mi ricordo la marca.
– Ci pensi su.
– Parmalat?
– Le capita mai di buttare il latte perché è scaduto?
– Il giorno prima lo faccio bollire, così si mantiene. Mio marito beve pochissimo latte perché gli fa acidità.
– È in cura da un gastroenterologo?
– Sì, da anni, ma è un suo amico di infanzia.
– Come si chiama?
– Il dottor Rumi, ha lo studio giù a Prati.
– Al banco gastronomia prende qualcosa?
– Niente di che, ricotta di mucca, bresaola, qualche volta mi regalo un po’ di San Daniele.
– Caro?
– Dipende dal giorno. Sta sui 37 euro al chilo ma spesso lo mettono in offerta e io faccio razzia.
– Quanto ne prende quando è in offerta?
– Anche tre etti.
– Nel corridoio dei biscotti prende qualcosa?
– Il Pan Bauletto del Mulino Bianco, quello con la confezione verde perché ha i cereali e mi piacciono sotto i denti. Non sono proprio croccanti ma fanno un effetto piacevole.
– Poi?
– Biscotti.
– Sì ma quali?
– Sempre Mulino Bianco. Di solito i Tarallucci, ma a volte penso chi se ne frega del burro e prendo le Macine.
– Controlla le calorie quando sceglie questi prodotti?
– Una volta sì, ora no, le so a memoria e comunque non importa più alla mia età. Comunque guardi che prima dei biscotti c’è il banco carni eh!
– Ah, certo.
– Ehehe, non mi sfugge niente.
– Che genere di carne preferisce?
– Almeno una volta a settimana il fegato. Lo faccio alla veneziana, è il mio piatto preferito. Poi petti di pollo, a volte due fettine ma raramente per via del colesterolo.
– Carne italiana? Argentina?
– Sempre italiana. Quelli scrivono argentina ma chissà di dov’è.
– Conserve? Tonno in scatola? Prodotti bio?
– Questa cosa dei prodotti bio non la capisco proprio, sa? Costano il doppio e sono uguali secondo me. Ma perché la gente ci va pazza, tutti appresso alla moda come le pecore. Scusi eh, però sono proprio uguali.
– Quindi non ne acquista mai?
– Una volta ho preso le gallette di riso. Sembravano di plastica.
– Come conclude il suo giro nel supermercato?
– Faccio il solito giro veloce tra le cose per la casa, carta igienica, tovaglioli di carta, deodorante se serve, bagno schiuma, shampoo, detersivi, quelle cose lì. E poi…
– Quali marche?
– Quelle classiche: Scottex, Dove, Ajax.
– Cosa della linea Ajax?
– Ajax Multisuperficie, perché lo posso usare davvero dappertutto, e poi lo spray per la doccia.
– Intende l’Ajax Shower Power?
– Mi pare di sì.
– Una spesa come la sua direi che si aggira intorno ai 30 euro.
– Ma no, di più. Alla fine – e lo so che è strano – solo alla fine vado al banco frutta. Ma sa perché? È che ho paura che poi nel cestello mi si ammaccano le mele e le banane.
– Compra molta frutta?
– A chili, ci vado pazza. La frutta è il mio snack preferito.
– Frutto preferito?
– Lo confesso: le prugne secche.
– Sunsweet, ovviamente.
– Ce ne sono altre? Ehehe…
– Quindi alla fine spende più di 30 euro alla volta?
– Sì, provo a tenermi sui 40 euro, un paio di volte a settimana. Ma non è che compro sempre le stesse cose eh? Il bagno schiuma mica dura tre giorni… anche se in casa mia si usa tantissimo, ci facciamo almeno una doccia al giorno.
– Capisco.
– Allora a posto così? Posso andare?
– Sì, grazie. Arrivederci.
– Ma per quale giornale era questa cosa?
– Arrivederci, signora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...